Stampa pagina Stampa pagina
Home » Ads

Ads

  • Condividi su WhatsApp
  • Consiglia su Facebook
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
  • Condividi su Pinterest
  • Condividi su Google+
29 settembre 2010 | Commenti 0 | Link breve

Nella (abbastanza remota) ipotesi che qualcuno desiderasse pubblicizzarsi mediante questo blog, deve solo contattarmi servendosi dell’apposita pagina.

In questo blog, fino al mese di novembre 2012, venivano pubblicati annunci pubblicitari del circuito AdSense di Google. Tali annunci erano un utile contributo per sostenere i costi di hosting.

Un giorno poi Google ha deciso – senza alcuna giustificazione accettabile – di “sospendere” la pubblicazione degli annunci, ritenendo che questo blog non rispettasse il regolamento per l’esposizione degli annunci stessi.

Peccato che, da oltre un anno prima di questa “alzata di testa” di Google, non era stata fatta alcuna modifica estetica al tema, non vi sono state sovrapposizioni, non vi sono state strutture che coprivano gli annunci, non vi sono stati annunci che precludevano la visione del testo, non vi è nulla che Google avesse potuto eccepire.

Pertanto, ritengo tale affermazione di Google assolutamente falsa e non avendo esso provveduto in tempo utile a fornire una spiegazione umana ed esauriente, tali annunci sono stati eliminati: da allora, il blog contiene solo annunci sotto la mia gestione diretta e senza alcun intermediario.

Ma non finisce qui, ovviamente. Poiché per Google disporre di materiale indicizzato è valore, inteso in senso di marketing, da questo momento in poi a Google sarà assolutamente vietato l’accesso a questo blog a fini pubblicitari.

Sono perciò rimossi tutti i codici AdSense e, quale giusta sanzione per non aver ottemperato alla richiesta di negoziazione, a Google è fatto espresso divieto di accesso in indicizzazione, scansione, memorizzazione e analisi linguistica di questo blog a fini pubblicitari. Gli altri motori di ricerca sono liberi di farlo ma, via disposizioni impartite tramite il file “robots.txt”, a Google AdSense e relativi partner è assolutamente vietato l’accesso.

Infine: i cookie locali occorrono solo per il funzionamento della visualizzazione; le pubblicità locali non impiegano cookie né tracciano. Quelle emesse da Amazon, invece, possono tracciare: a tale riguardo, esiste un’apposita pagina di Amazon da cui prendere visione delle condizioni.

Marco Valerio Principato

  • Condividi su WhatsApp
  • Consiglia su Facebook
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
  • Condividi su Pinterest
  • Condividi su Google+
COMMENTI (Facebook)
COMMENTI (locali)

I commenti sono chiusi.