Stampa post Stampa post
Home » Italia e Mondo
Cambia categoria:

Categorie


Poi dice che uno se ne vuole andare dall’Italia

  • Condividi su Telegram
  • Condividi su WhatsApp
  • Consiglia su Facebook
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
  • Condividi su Pinterest
  • Condividi su Google+
8 giugno 2015 - 10:00 | Commenti 0 | Link breve

Quando ci dicono «poverini» riferito a nomadi e immigrati, sappiatelo: non è pietismo né altruismo. È semplice tutela di sporchi interessi di Mafia Capitale.


Il mio obiettivo finale si delinea sempre più.
Il mio obiettivo finale si delinea sempre più.

Una mia collega universitaria, giovanissima, bellissima ragazza e molto sveglia1, ha pubblicato su Facebook un post in cui informava i suoi amici – tra cui me – di un articolo de Il Fatto Quotidiano, intitolato «Mafia Capitale, inchiesta bis – Salvatore Buzzi: “Se resta sindaco Marino, con il mio amico ci mangiamo Roma”».

Il post della mia collega.

Il post della mia collega.

Ha fatto precedere il post da un «Guardate che era Milano da bere, non Roma da mangiare» seguito da un epiteto che ho oscurato in quanto questo blog è pubblico, ma era un riferimento ai… cattivi defunti dei personaggi di cui all’articolo. Che, francamente, ci stava benissimo.

L’ho amichevolmente “ripresa” con un ironico «Ma… dottoressa!» salvo, poi, nel corso dello stesso enunciato, rendermi conto – e ammettere – che aveva ed ha ragione a essere “incazzata” (tanto ormai sugli articoli lo scrivono tutti, ma sempre di turpiloquio e, oltre tutto, di espressione colloquiale si tratta).

Un post in cui richiamo la frase dell'amico Gabriele Maria Daniele.

Un post in cui richiamo la frase dell’amico Gabriele Maria Daniele.

Stiamo parlando di una ragazza di poco più di vent’anni. Allora io, a cinquantacinque anni, che devo dire? Che ha ragione il mio amico Gabriele Maria Daniele, medico dentista come pochi (per questo ne faccio il nome senza problemi), quando dice «più rum e meno rom!» o quando dice «ruspa, ruspa, ruspa come se non ci fosse un domani!», ben sapendo che la salviniana ruspa dovrebbe agire in Campidoglio e collegati prima ancora che sui campi nomadi e relativi occupanti, cosa semplicemente impossibile perché anche Salvini non è certo un santo.

Dall’articolo del Fatto:

[…] Comunque che Buzzi avesse entrature in Campidoglio era emerso chiaramente anche nella prima tranche dell’inchiesta. “Noi quest’anno abbiamo chiuso… con quaranta milioni di fatturato ma tutti i soldi… gli utili li abbiamo fatti [sic: è un’intercettazione] sui zingari, sull’emergenza alloggiativa e sugli immigrati, tutti gli altri settori finiscono a zero […]

Leggetevi tutto l’articolo link inclusi, e – signore e signori – incazzatevi, per  favore.

Io non sopporto più né lorsignori, né la politica(nza) italiana, né questo paese ridotto a un cencio, con una povertà dilagante, un tasso di disoccupazione giovanile da far paura, un PIL che non crescerà mai più, un’orda di mangiapane a tradimento che continuano a sedere nelle poltrone del potere, in preda a immigrati e nomadi ciascuno dei quali, una volta capita l’antifona, non solo fa esattamente quel che vuole, ma si fa spesso beffe della legge e dei cittadini italiani stessi, eccetera eccetera.

Quando, a qualche garbata rimostranza, ci dicono “poverini” sugli immigrati e sugli zingari, non è altruismo: è quella banda di masnadieri che vuole garantirsi i quaranta milioni di fatturato. E io che devo sopportare ogni giorno la presenza di questi disgraziati che rovistano nei cassonetti o – nella migliore delle ipotesi – questi malcapitati che ti fermano per strada dicendo “bongiorno capo io bisogno tu prendere calzini o dare un euro per mangiare”.

L’Italia, a questo punto, merita di essere solo abbandonata e lasciata a marcire nel suo lerciume, a tutti i livelli.

Ingannerò l’attesa di raggiungimento dell’età pensionabile di chi è con me studiando: ho tempo, a occhio e croce, per arrivare al termine del corso di dottorato.

Ciò fatto, come posso me ne vado.

#Sapevatelo.

  1. Si è laureata con 110 e lode: non per niente, ma qualcosa varrà e posso confermarlo perché sono andato a sentire la sua discussione della tesi.  [Torna al testo]
Commenti Facebook

Su argomenti simili:

UPDATE - In questo post c'era una spiegazione completa, precisa, circostanziata e inoppugnabilmente documentata...
A questo punto è quasi evidente che W3 Total Cache non c'entra proprio niente con la mancata indicizzazione...
Si è trattato di un tragico incidente: conoscevo personalmente il Prof. Sameh Faragalla, deceduto questa...
Me lo ha chiesto più di qualcuno. Si, ce l'ho ancora, per una serie di ragioni. No, non c'entra l'età....
Ed eccomi al... II tempo delle prove. Ieri ho tentato di utilizzare Simple Facebook Connect sia...


In questo post ho parlato di: , , ,

Marco Valerio Principato (1281 articoli)

Informatico sin dal 1980, ha quasi sempre svolto questa attività sia nella Pubblica Amministrazione che fuori. Ora libero professionista e laureato con lode in Scienze della Comunicazione, si dedica alla donna della sua vita, ai suoi hobby e ai suoi siti.

  • Feed RSS autore
  • Twitter
  • Facebook
  • Instagram
  • Telegram
  • BlackBerry Messenger (BBM)
COMMENTI (locali)

Lascia un commento (locale)

Aggiungi di seguito il commento, oppure trackback dal tuo sito. Puoi anche abbonarti a questi commenti via RSS.

Sii gentile. Massimo 1 link o sarà moderato. Pulizia nel testo e rimanere in tema. Niente spam, per favore.

Puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*