Stampa post Stampa post
Home » Politica
Cambia categoria:

Categorie


Italia, hobby preferito: collezionare figuracce all'estero

  • Condividi su Telegram
  • Condividi su WhatsApp
  • Consiglia su Facebook
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
  • Condividi su Pinterest
  • Condividi su Google+
13 marzo 2009 - 11:38 | Commenti 0 | Link breve

Fine del bike-sharing a Roma: abbiamo appena collezionato un’altra figuraccia con la Spagna. Possibile che non siamo capaci di essere solo normali?


Stavolta la figuraccia la fa proprio la capitale d’Italia, quella nella quale sono nato. Avete presente il bike-sharing, quell’iniziativa lanciata nel centro storico dal Comune di Roma il 13 giugno scorso? Perfetto: dimenticatevela, perché CEMUSA, la multinazionale spagnola “specializzata nella progettazione, installazione, manutenzione di arredi per interni e per esterni di alta qualità, che si integrano e migliorano il paesaggio cittadino”, s’è stancata di aspettare e non vuole essere presa in giro.

“Il Comune ha avuto a disposizione ben 9 mesi – fa notare Cemusa – per avviare o indire una gara pubblica o prospettare una soluzione al mantenimento del servizio». Il problema si era già posto a dicembre, al termine dei sei mesi di sperimentazione concordati con il Comune. L´assessore all´Ambiente Fabio De Lillo aveva chiesto alla multinazionale di prorogare il servizio in attesa di una regolamentazione. Ma da allora nulla si è mosso. Eppure lo stesso De Lillo, nel settembre scorso, aveva fornito un primo, entusiastico bilancio: 20 mila i prelievi, 5.000 gli utenti, 5 tonnellate di anidride carbonica abbattute”, si legge su La Repubblica ROMA.

Stiamo prendendo dalla Spagna, un popolo latino come noi, mediterraneo e occidentale come noi, lezioni su lezioni.

Gianni Alemanno, sindaco di Roma, dice: “Ho chiesto al presidente dell’Atac, insieme agli assessorati all’Urbanistica e all’Ambiente, di occuparsi del servizio di bike sharing”.

Troppo tardi, sindaco. Inutile chiudere la porta, i ladri ormai sono fuggiti. Perché queste figure?

Commenti Facebook

Su argomenti simili:

Sbaglierò, ma per me c'è qualcosa di strano. Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, annuncia che dal...
Dal numero di oggi di Metro (cartaceo): Acclamata, ammirata e pure un po' invidiata. Pinuccia Montanaro,...
Il Sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha "fatto sua" la lettera (formato Microsoft Word) a doppia firma...
Alla vigilia dello scorso Natale avevo un po' ironizzato sulla possibilità che venisse lanciato un servizio...
"Negli ultimi mesi si sono diffuse le voci più disparate riguardanti la compagine azionaria di Telecom...


In questo post ho parlato di:

Marco Valerio Principato (1281 articoli)

Informatico sin dal 1980, ha quasi sempre svolto questa attività sia nella Pubblica Amministrazione che fuori. Ora libero professionista e laureato con lode in Scienze della Comunicazione, si dedica alla donna della sua vita, ai suoi hobby e ai suoi siti.

  • Feed RSS autore
  • Twitter
  • Facebook
  • Instagram
  • Telegram
  • BlackBerry Messenger (BBM)
COMMENTI (locali)

Lascia un commento (locale)

Aggiungi di seguito il commento, oppure trackback dal tuo sito. Puoi anche abbonarti a questi commenti via RSS.

Sii gentile. Massimo 1 link o sarà moderato. Pulizia nel testo e rimanere in tema. Niente spam, per favore.

Puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*