Idee e pensieri

Blogbabel e classifiche varie: il bello di fregarsene

Dario Bonacina ha cinguettato di leggersi un pezzo di Luca Sofri, direttore de Il Post. Un bel pezzo, lo ammetto, con delle riflessioni degne della persona poliedrica e analitica quale Luca è. Una persona che, da niente, ha tirato su un sito che fa informazione, che controbatte e si confronta con realtà ben più radicate.

Luca parla di Blogbabel, “il sito che aggrega, registra e indicizza i blog italiani. Non è il primo, né l’unico, a cercare di farlo: ma Blogbabel ha un’arma in più, micidiale. La classifica”, esordisce.

Secondo me è questo che frega noi italiani: le classifiche. Perché non siamo capaci di viverle in maniera davvero sportiva. Per noi rappresentano il bastone e la carota. “Secondo Magnocavallo (Ludovico, ideatore di Blogbabel e relativa classifica, ndB), almeno duemila allodole ogni mattina vanno a vedere in che posizione della classifica – aggiornata alle sette tutti i giorni – sta il loro blog. E si eccitano, o si deprimono, a seconda di quel che vedono. Il resto della giornata lo passano a pensare come fare per migliorare (questa è un’esagerazione mia, si scherza)”.

Non esageri affatto, caro Luca. Ma vorrei aggiungere: “migliorare cosa, e come“. La risposta italiana è: “qualunque cosa, pur di scalare la classifica”, nonché “in qualunque modo, legittimo o meno, pur di scalare la classifica”. Poi se i propri contenuti sono frivoli, gossippari, vuoti stimolanti per cervelli a spasso (esempio, a mio personale modo di vedere), chissenefrega.

Che c'è dentro quella zucca?
Che c’è dentro quella zucca?

Ma vi rendete conto di come veramente stia andando a put… l’integrità mentale della gente, la fecondità intellettuale e la morale della media del popolo? E poi ci lamentiamo di avere un Governo Monti che ci bastona a destra e sinistra, che si preoccupa dei matrimoni gay mentre la barca sta per fare la fine della Costa Concordia?

Continuate, allodole, continuate ad andare a esultare/lacrimare sulla classifica di Blogbabel (e sulle altre simili). Finché lo farete, i suoi estensori vivranno felici. E sapranno di cosa parlare a cena, come ricorda Luca. Io preferisco fregarmene.

Commenti Facebook
Tag

Marco Valerio Principato

Informatico sin dal 1980, ha quasi sempre svolto questa attività sia nella Pubblica Amministrazione che fuori. Ora libero professionista e laureato con lode in Scienze della Comunicazione, si dedica alla donna della sua vita, ai suoi hobby e ai suoi siti.

Contenuti correlati

2 thoughts on “Blogbabel e classifiche varie: il bello di fregarsene”

  1. Luca Sofri ha scritto quell’articolo cinque anni fa. Da allora la scena è cambiata poco, ma sono aumentate le classifiche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*