Stampa post Stampa post
Home » Idee e pensieri
Cambia categoria:

Categorie


Ecco come concepisco gli amici su Facebook

  • Condividi su WhatsApp
  • Consiglia su Facebook
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
  • Condividi su Pinterest
  • Condividi su Google+
10 novembre 2009 - 06:33 | Commenti 2 | Link breve

Ecco come concepisco essere “amici” su Facebook

Da quando c’è Facebook (ma anche MySpace, stessa sinfonia) non si fa che parlare di “amici”: quella parola, nell’ambito delle reti sociali, è stata molto male interpretata, l’amicizia è una cosa seria e se ciascuno scava a fondo in quelle che ritiene di avere come amicizie scoprirà che sono davvero poche. Gli altri, a essere generosi, si possono chiamare conoscenti.

Ecco come concepisco essere "amici" su Facebook

Ecco come concepisco essere "amici" su Facebook

Forse, su Facebook, coloro che il social network definisce “amici”, in media potrebbero essere una via di mezzo tra il conoscente e il viandante.

Invece, è bello se su Facebook si è amici con amici veri, con persone che si conoscono de visu, con le quali si condivide qualcosa: un sentimento, un hobby, un interesse, l’amore per qualche disciplina, quello che sia.

Su Facebook, ad esempio, sono amico di Claudio Casalini: per molti è un nome senza significato. Io invece Claudio lo conosco di persona, da quando avevo 16 anni. Può essere considerato una delle icone italiane dei Disk Jockey, è tra le persone che ha fatto conoscere, in Italia, la disco music degli anni 70-80, quando le altre catene di negozi di musica quei dischi non sapevano neppure che esistevano. Ho ancora dei dischi comprati nel suo negozio e sono belli ancora oggi.

Così vale quasi per tutti: qualche eccezione c’è, ma poche. Mi sembra inutile avere 239 amici che… non conosco. Poi, magari, incontri la persona (sempre che conosco, beninteso) dall’altra parte del mondo: che sta per andarsene a dormire, vede che sei online e ti manda un saluto in chat (vedi snapshot: la foto è quella del suo cane, ovviamente). Quella persona, tra qualche giorno, sarà qui: io e la mia compagna la saluteremo in carne ed ossa.

Ecco, così Facebook mi piace.

Marco Valerio Principato (1277 Posts)

Informatico sin dal 1980, ha quasi sempre svolto questa attività sia nella Pubblica Amministrazione che fuori. Ora libero professionista e laureato con lode in Scienze della Comunicazione, si dedica alla donna della sua vita, ai suoi hobby e ai suoi siti.


Su argomenti simili:

Dice che su LinkedIn ora c'e' un widgetino che permette di informare come tutti gli amici di Facebook...
Quando per registrare e riprodurre musica esistevano solo le c.d. "piastre" a cassette (anni '80 del...
Non che ci entri spesso, ma ogni tanto un'occhiata la do. E ti scopro una mia "omonima di cognome" australiana...
Avrete senz'altro letto della curiosa diatriba in circolazione in questi giorni: possono uno studente...
Se l'aspetto sarà come quello in foto qui sopra (per vederlo scorrere potete collegarvi all'apposito...


In questo post ho parlato di: ,


  • Condividi su WhatsApp
  • Consiglia su Facebook
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
  • Condividi su Pinterest
  • Condividi su Google+
COMMENTI (Facebook)
COMMENTI (locali)

2 commenti (locali) »

  • Marco Valerio Principato ha scritto:

    Concordo pienamente: quel che trovo poco sensato è ciò che fanno alcuni, che diventano “amici” di tutti, ma se poi vai a chiedere loro “chi è quel tizio?”, rispondono “mah? non mi ricordo”. Tu replichi: “ma come: ci sei amico su Facebook, non lo ricordi?” e ti rispondono “mah, no, può essere, boh, forse”.
    Quando un tizio (non cito per privacy) mi ha chiesto “ma sei amico di Federico Guerrini su Facebook?” io ho risposto (anzi, ho potuto rispondere): “Certo: si è fatto vivo lui stesso per scrivere sul NBTimes, quando può, io ho accettato volentieri e da allora abbiamo spesso occasione di contatto, anche se (ancora) non ci conosciamo di persona”.
    Altra cosa, no?
    Ciao!

  • Federico Guerrini ha scritto:

    Son d’accordo, Marco, però da Facebook possono nascere anche delle amicizie, o delle almeno delle belle conoscenze 😉

Lascia un commento (locale)

Aggiungi di seguito il commento, oppure trackback dal tuo sito. Puoi anche abbonarti a questi commenti via RSS.

Sii gentile. Massimo 1 link o sarà moderato. Pulizia nel testo e rimanere in tema. Niente spam, per favore.

Puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*