Stampa post Stampa post
Home » Idee e pensieri, Prima
Cambia categoria:

Categorie


Google AdSense, ma che hai? Sembri una suocera

  • Condividi su WhatsApp
  • Consiglia su Facebook
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
  • Condividi su Pinterest
  • Condividi su Google+
25 novembre 2012 - 11:52 | Commenti 0 | Link breve

Google dice che questo blog non rispetta il regolamento per l’esposizione degli annunci. Strano: non ho cambiato nulla da mesi e mesi, e adesso che gli prende? Almeno si spiegasse bene.


AdSense, spiegati meglio!

AdSense, spiegati meglio!

Avete notato che su questo blog non compaiono più gli annunci AdSense? La ragione è semplice, secondo Google:

Gentile publisher,

Con la presente email le comunichiamo che uno dei suoi siti web non è attualmente conforme alle norme del programma AdSense e pertanto la pubblicazione degli annunci è stata sospesa sul suo sito web.

N. ID problema: 19265795

La pubblicazione degli annunci è stata disattivata per:nibble.it

Pagina di esempio in cui si è verificata la violazione:http://nibble.it/

Azione richiesta: controlla tutti gli altri siti rimanenti nel tuo account per verificarne la conformità.

Stato dell’account corrente: Attivo

La spiegazione, secondo Google, è la seguente, molto vaga e poco chiara:

Spiegazione della violazione

SOVRAPPOSIZIONE DEL CONTENUTO DEGLI ANNUNCI: come stabilito dal regolamento del programma, i publisher non sono autorizzati a modificare in alcun modo il comportamento degli annunci Google, compresa la collocazione di annunci in posizioni tali da coprire parte dei contenuti del sito o parti di una pagina web per coprire porzioni degli annunci.

Azione richiesta: controllare l’account per verificarne la conformità

La pubblicazione degli annunci è stata disattivata per il sito indicato sopra, tuttavia il suo account AdSense rimane attivo. Tenga presente che l’URL indicato sopra è solo un esempio e che le stesse violazioni possono essere presenti su altre pagine di questo sito web o di altri siti da lei posseduti. Pertanto, le suggeriamo di rivedere il resto dei suoi siti per assicurarsi che siano conformi alle nostre norme e di monitorare i suoi siti per ridurre la probabilità che in futuro Google le invii email sulla violazione delle norme. Inoltre, tenga presente che il nostro team si riserva il diritto di disattivare gli account in qualsiasi momento se si continuano a verificare delle violazioni.

Ovviamente, nulla è stato modificato da tempo memorabile: tutto sta come prima, i codici annuncio sono integralmente inseriti senza alcuna modifica, non ci sono state variazioni di nessun tipo. Mi sembra strano: se un sistema è andato bene finora, per mesi e mesi, com’è possibile che all’improvviso non sia più idoneo?

Naturalmente ho segnalato la mia perplessità, seguendo la procedura indicata. Ma, avendo a che fare non con una struttura a dimensione umanamente raggiungibile, è molto probabile che da questa problematica non si esca facilmente.

Al momento, il blocco riguarda solo questo blog, ma non attiene – a quanto pare – The New Blog Times, che per fortuna sembra continuare a esporre gli annunci.

Mi auguro che un “miracolo” di ragionevolezza e umanità faccia sì che qualcuno, in Google, si faccia carico del caso e mi spieghi meglio cosa c’è che non va. Come mi auguro che analoghe motivazioni, delle quali io non ho alcuna evidenza concreta a eccezione di quanto Google ha scritto e che ho riportato sopra, non faccia venire in mente a chicchessia di bloccare anche The New Blog Times.

Diversamente, già sono stufo dell’andazzo che sta prendendo Internet e tutto ciò che le gravita intorno; se ci si mette anche Google, con i suoi messaggi criptici e poco chiari, l’esito sarà semplicemente questo:

  1. cancellerò tutto da Google, compresi gli account che ancora debbo necessariamente mantenere (sia per Google Plus che per Google AdSense)
  2. chiuderò tutti i siti
  3. installerò un router TOR e i miei cari Big Data resteranno con un pugno di mosche in mano
  4. resterò in Rete esclusivamente su Wordpress.com e a quel punto non lo farò certo “in chiaro”, così mi toglierò tanti sassolini dalle scarpe

e tanti, tanti saluti. Economia, eleganza, risparmio e tanto tempo perso in meno.

Commenti Facebook
Marco Valerio Principato (1279 Posts)

Informatico sin dal 1980, ha quasi sempre svolto questa attività sia nella Pubblica Amministrazione che fuori. Ora libero professionista e laureato con lode in Scienze della Comunicazione, si dedica alla donna della sua vita, ai suoi hobby e ai suoi siti.


Su argomenti simili:

Quando dico che la qualità dell'informazione su Internet non la controlla nessuno, ho ragione (ma lo...
Ormai sono quasi due mesi che provo Simply.com come pubblicità: chi segue il mio blog avrà notato,...
Non c'è niente da fare: qui in Italia gli annunci automatici di Google AdSense a volte fanno proprio...
Ho appena finito di sistemare un po' di cose su questo blog: ho adesso un account AdSense per conto mio,...
Nei giorni scorsi per la seconda volta abbiamo avuto la sorpresa della sospensione dell'account Google...


In questo post ho parlato di: , ,


  • Condividi su WhatsApp
  • Consiglia su Facebook
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
  • Condividi su Pinterest
  • Condividi su Google+
COMMENTI (locali)

Lascia un commento (locale)

Aggiungi di seguito il commento, oppure trackback dal tuo sito. Puoi anche abbonarti a questi commenti via RSS.

Sii gentile. Massimo 1 link o sarà moderato. Pulizia nel testo e rimanere in tema. Niente spam, per favore.

Puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*