PrimaSicurezza informatica

Mi sono cancellato da FourSquare. Causa: la loro App per BlackBerry

Ricordate quando, all’atto dell’aggiornamento alla versione 5 del sistema operativo del BlackBerry Bold 9000, vi raccontavo che FourSquare, aggiornato anch’esso, insisteva con la frase ”The application FourSquare has attempted to open a file connection which is not allowed by the application’s permissions”? Ebbene, ho voluto provare a reinstallarlo per vedere se ancora persiste quel comportamento. Lo fa ancora, il che è sintomo di una sola cosa: vuole per forza accedere a rubrica, agenda e quant’altro di più personale c’è sul proprio BlackBerry.

Risultato: non solo ho rimosso l’applicazione, come spiegato nel post precedente, ma mi sono anche cancellato da FourSquare. Chiarendo loro che la motivazione è esattamente questa: non possono “ricattare” l’utenza, obbligandola a fornire accesso ai propri dati personali.

Va precisata una cosa: sul BlackBerry, a differenza della maggior parte delle funzionalità analoghe su altri sistemi operativi mobile – il passaggio per la domanda all’utente sull’esame dei permessi da dare alle applicazioni sembra pressoché obbligatorio. Non mi è mai successo di installare un’applicazione che non passa per tale schermata e questo non può che ascrivere a favore di Research In Motion un notevole plauso sotto il profilo della tutela della privacy. Del resto, quegli smartphone sono nati per l’uso business, non potevano non pensarci.

Altro scenario, poi, sono le scelte fatte da chi scrive le applicazioni. Potete infatti constatare che, dopo l’installazione di FourSquare:

Installazione applicazione Foursquare dall'App World del BlackBerry
Installazione applicazione Foursquare dall'App World del BlackBerry

la prima cosa che l’applicazione fa è quella di chiedere lo “status” di applicazione “trusted”, ossia, in pratica, noi utenti ci fidiamo e ti facciamo fare quel che vuoi. Predisposto su “si”, e naturalmente ho cliccato su “no”. Ecco:

FourSquare vorrebbe subito essere classificata "Trusted"
FourSquare vorrebbe subito essere classificata "Trusted"

Quindi, quando la si lancia, viene interposta – come mi è sempre accaduto, per qualunque applicazione – la richiesta di esaminare i permessi:

Prima operazione al lancio: esame dei permessi
Prima operazione al lancio: esame dei permessi

Poi, basta scorrere verso il basso, la lista delle opzioni “pericolose” è l’ultima e riguarda proprio l’accesso ai dati personali:

L'accesso ai dati personali è preimpostato su "si" per tutti. Ovviamente io ho commutato su "no" per tutti.
L'accesso ai dati personali è preimpostato su "si" per tutti. Ovviamente io ho commutato su "no" per tutti.

Dunque, se si lascia tutto com’è, FourSquare sarà autorizzato ad accedere a tutte le email, tutti i dati di calendario, rubrica, cose da fare e agenda, a qualunque file e ai dati di sicurezza. Non ho neppure provato a permettere il solo accesso ai file, magari con quello non si presentano altri problemi, perché a questo punto non mi fido. Infatti, mettendo tutto su “Nega” (Deny, in inglese), al lancio dell’applicazione ecco cosa accade:

Messaggio di "protesta" dell'applicazione per averle negato l'accesso ai dati personali
Messaggio di "protesta" dell'applicazione per averle negato l'accesso ai dati personali

Pazienza se questo messaggio comparisse una sola volta e poi amen, invece no: ce lo si vede ripresentare a ripetizione, al punto da rendere inusabile sia l’applicazione che, in certi casi, lo smartphone. Quando la manifestazione si presenta… acuta, come spiegavo la volta scorsa, l’unico modo è ignorare il messaggio, collegare il BlackBerry al PC, lanciare il BB Desktop Manager e rimuovere l’applicazione da là dentro. Al reboot, il problema sarà stato risolto.

Chiaro, dunque, perché mi sono cancellato da FourSquare e perché, di conseguenza, neppure questo blog inoltra più i suoi post lì sopra? Tra l’altro, questo ha avuto l’effetto collaterale di non aver più bisogno del plugin LinksAlpha, dato che Twitterfeed provvede da sé a inoltrare sia su Twitter, sia su LinkedIn sia su Facebook e non richiede alcun plugin (si serve del feed RSS). Altro effetto collaterale, ora eliminerò LinksAlpha anche dal New Blog Times: insomma, non tutti i mali vengono per nuocere e, se proprio voglio far sapere dove mi trovo fisicamente, lo fa anche Facebook Mobile per BlackBerry, che basta e avanza.

Commenti Facebook
Tag

Marco Valerio Principato

Informatico sin dal 1980, ha quasi sempre svolto questa attività sia nella Pubblica Amministrazione che fuori. Ora libero professionista e laureato con lode in Scienze della Comunicazione, si dedica alla donna della sua vita, ai suoi hobby e ai suoi siti.

Contenuti correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*