How To

Aggiornamento automatico Chromium, ci risiamo: ma ho risolto

Vi ricordate la volta scorsa quando, alla ricerca di un metodo per aggiornare Chromium su Windows senza doverlo scaricare a mano ogni volta, avevo individuato Chromium Updater? Ebbene, ci risiamo: Google ha di nuovo alterato i percorsi, dunque quel programma non funziona più. L’unica cosa che se ne ottiene è un laconico “Communication Error”, ma nessun aggiornamento. E purtroppo l’autore ha dichiarato che… s’è stancato e non lo aggiornerà più, poi – evidentemente – deve essere stato ugualmente subissato di richieste, tant’è che ha deciso di chiudere il sito.

Ho di nuovo navigato, navigato, navigato, e provato diverse nuove alternative. Credo di averne trovata una poco invasiva e – almeno al momento – funzionante.

Si chiama Chromium Auto Update ed è scaricabile (in teoria) da questa pagina di SoftPedia. Dico “in teoria” perché quando ho provato a scaricarlo, al termine del salvataggio ho ricevuto un messaggio di errore, dal quale sembrava evincersi che il file ZIP fosse corrotto.

Da successive ricerche sono riuscito a trovare il file integro in questa pagina del sito FileCluster. Ho fatto tutti i controlli del caso e non sembravano esserci stranezze, l’ho installato e funziona. Tuttavia, qualora doveste imbattervi in un file ZIP non funzionante, l’ho caricato qui sul blog e può essere scaricato tranquillamente da questo link: Chromium Auto Updater 1.2.

Il programma occupa meno di 500 Kilobyte, dunque nessun “furto” alla memoria. Inoltre, non installa nulla di residente: in realtà è un programmino che al suo interno incorpora la funzionalità di wget, nota utility proveniente dall’ambiente Unix e Linux con cui si scaricano file da un server Web, e un normale script per l’interprete dei comandi di Windows, generato di volta in volta.

Esso non fa altro che scaricare l’ultimo numero di build dal sito ufficiale di Chromium (potete trovare qui sul blog un post in cui indico tutti i possibili percorsi per scaricare tutte le possibili versioni di Chrome e Chromium), costruire l’URL per ottenere l’ultimo “mini_installer.exe” memorizzato sullo stesso sito, scaricarlo (con il wget interno) e procedere all’installazione.

L’operazione è “alla luce del giorno”, tanto è vero che per farlo… apre un normale Prompt dei Comandi e ci lavora, dunque tutto chiaro.

L’apparente svantaggio è che non lo fa automaticamente a intervalli prestabiliti, come faceva il precedente programma, ma questo non è un problema. Si possono fare due cose:

  1. inserire in Esecuzione Automatica la chiamata al programma, così che l’aggiornamento sia svolto ad ogni logon al sistema (basta copiarci l’icona contenuta nel menù programmi), oppure
  2. inserire una programmazione nell’Utilità di Pianificazione e farlo eseguire, per esempio, ogni ora (se si è patiti dell’ultimissima versione dell’ultimissimo momento).

Poiché però il programma, appunto, apre un Prompt dei Comandi, potrebbe essere fastidioso: dunque, personalmente ho preferito essere io ad aggiornare. Basta cliccare, nel Menù Avvio, su “Tutti i programmi”, scorrere fino a Chromium, al cui interno si trova “Chromium Auto Updater”. All’interno di quest’ulteriore cartella c’è la voce “Update Now”. Non appena la si clicca, viene presentata questa finestra:

La finestra di Chromium Auto Updater in funzione
La finestra di Chromium Auto Updater in funzione

Quando la finestra si chiude (lo fa da sola, non serve la chiudiate voi), Chromium sarà aggiornato. Se era in funzione, chiudetelo e rilanciatelo: verificate, tramite il menù “Informazioni su Chromium”, e noterete che è stato aggiornato.

Okay? Buona navigazione.

Commenti Facebook
Tag

Marco Valerio Principato

Informatico sin dal 1980, ha quasi sempre svolto questa attività sia nella Pubblica Amministrazione che fuori. Ora libero professionista e laureato con lode in Scienze della Comunicazione, si dedica alla donna della sua vita, ai suoi hobby e ai suoi siti.

Contenuti correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*