How To

Niente più BlackBerry Internet Service. E allora, io…

Eh, non lo so se riesce, ora vediamo, ma la dismissione del BIS è un boccone amaro che ho qualche difficoltà a mandar giù. Perciò ora… proverò a fare da solo.

Spieghiamoci meglio. Ricordate? A settembre c’è stato “l’addio ufficiale” degli operatori cellulari italiani (ma non solo, credo) alla fornitura alla clientela del cosiddetto BIS, sigla di BlackBerry Internet Service, ossia – per farla breve – l’avere nelle loro sedi qualche server dedicato a fornire servizio agli smartphone BlackBerry funzionanti con il sistema operativo serie 7 (come il BlackBerry Bold 9900 e simili, per capirci).

Li capisco, per carità. Ormai si tratta di un segmento di clientela del tutto residuale, per cui non vale certo la pena, commercialmente parlando. Però, di fronte a questa dismissione di massa, sento premere un impeto, derivato dalla commistione che c’è in me tra l’informatico, il radioamatore e, di conseguenza, lo “smanettone intelligente”.

Dato che BlackBerry, a suo tempo, ha rilasciato gratuitamente il software BlackBerry Enterprise Server Express – una versione light del sistema usato dagli operatori, ma più che sufficiente per uso personale e anche qualcosa di più – mi sto preparando a fare qualche prova “in casa”.

Ossia: sotto VirtualBox mi sono già installato Microsoft Windows Server 2003 SP2, una delle basi “omologate” e supportate da BlackBerry (quando ancora era tale) per far girare il BES Express. Lo sto aggiornando e funziona. Poi ci vorrà Microsoft Exchange Server 2003 SP2, e questo sarà un po’ più complicato da installare, ma si farà. Una volta fatto ciò, si potrà installare il software di BlackBerry, che a suo tempo ho scaricato e salvato.

Una volta fatta l’installazione, in pratica – se tutto andrà bene – accadrà questo: avrò “in casa” un Servizio BlackBerry, solo che anziché essere di tipo BIS (cioè quello rilasciato dagli operatori prima che lo mollassero), sarà di tipo BES, cioè di tipo enterprise, come fosse quello di una grande azienda.

In tal caso… il servizio BlackBerry… me lo fornisco da solo.

Non so se riuscirà, perché si tratta di una pila di software tutt’altro che semplice da installare e personalizzare. Ma, pian piano, ci provo e questo post lo aggiornerò man mano che procedo.

Update 1

Ecco, fino all’installazione di BlackBerry Enterprise Server Express ci sono arrivato:

L'installazione di BBES Express sta andando avanti.
L’installazione di BBES Express sta andando avanti.

Ora bisogna vedere se arriva in fondo e cosa accade. Presupposti sono stati l’installazione di Exchange Server, il quale si aspetta di trovare installati, tra l’altro, SMTP (ma non POP3, che va rimosso), NNTP e tutto il ciborio degli IIS. Inoltre, la macchina server deve essere 1) autenticata su un dominio LM oppure 2) essere essa stessa un PDC (quel che ho fatto io).

Il problema è che ci vogliono due chiavi, la CAL e la SRP, per proseguire l’installazione:

La richiesta delle chiavi CAL e SRP.
La richiesta delle chiavi CAL e SRP.

Dunque, per ora qui mi fermo: ho provato a scrivere a BlackBerry, ma non so se questo ostacolo sarà superabile. Da quel che ho capito, il “nuovo” server deve essere riconosciuto e autenticato in qualche modo, altrimenti non riuscirebbe esso stesso ad autenticare e riconoscere un terminale mobile ufficiale al quale dare servizio.

Hmmm… speriamo bene, ma ho tanto l’impressione che il giocherello sia a rischio di terminare qui.

Vedremo. In caso di novità positive, aggiornerò il post.

MVP

Commenti Facebook
Tag

Marco Valerio Principato

Informatico sin dal 1980, ha quasi sempre svolto questa attività sia nella Pubblica Amministrazione che fuori. Ora libero professionista e laureato con lode in Scienze della Comunicazione, si dedica alla donna della sua vita, ai suoi hobby e ai suoi siti.

Contenuti correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Check Also

Close