Stampa post Stampa post
Home » How To
Cambia categoria:

Categorie


Paperblog taglia i link al proprio blog? Parrebbe

  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Pinterest
  • Pubblica su MySpace
  • Invia su Segnalo
  • Invia a Diggita
  • Segnalibro su Google
  • Pubblica su Blogger
  • Condividi su Google Reader
  • Condividi su Google+
26 febbraio 2013 - 15:08 | Letture 174 | Commenti 0 | Link breve

Ho il sospetto che Paperblog rimuova automaticamente dai post che «replica» dai blog che aggrega qualsiasi link che riconduca alla pagina originale. Mi sbaglio?



Ho fatto più di qualche prova, diciamo che ormai sono abbastanza sicuro: l’aggregatore Paperblog, accessibile in italiano su http://it.paperblog.com, quando aggrega i vostri (i nostri, per essere esatti) post, mi sembra proprio si prenda cura di rimuovere dal post qualunque link si scelga di inserire per ricondurre il lettore verso il post originale.

Inizialmente, questa avventura è partita perché mi ha scritto una persona, teoricamente appartenente allo staff, con la solita letterina “Abbiamo notato il tuo blog, e bla bla bla”. Mi sono detto: uno più, uno meno, poco importa. E ho iscritto sia questo blog che il New Blog Times.

Sul piano del traffico è cambiato ben poco, ma non importa non è questo che mi indispettisce. Ho notato però che il “motore” di Paperblog di fatto copia pari pari il contenuto del post e lo incorpora nel suo sito, collocandolo nelle sue sezioni ritenute idonee. E fin qui sarebbe niente: sia qui che sul New Blog Times adotto la licenza CC3.0, il che significa che il lavoro può essere tranquillamente riprodotto a condizione, però, di citare con chiarezza la fonte e di applicarvi un link.

Insisto: persino del link me ne fregherebbe poco. Il problema è che, se nei post ci sono contenuti multimediali o incorporamenti particolari, Paperblog non è capace di riprodurli correttamente e ciò può inficiare la lettura del post.

Per questo ho provveduto a inserire, automaticamente, in fondo a ogni post, la scritta di collegamento alla pagina originale. Per questo è nata la “mia” versione del plugin Add Signature, a cui ho aggiunto delle possibilità e l’ho caricato su WordPress Plugins.

Ma i miei tentativi sono risultati quasi sempre vani, sia con il link tradizionale che accorciato: la scritta viene riportata ma il collegamento ipertestuale viene quasi sempre rimosso, salvo quei casi in cui il filtro (che presumo impieghino) non riesca a individuarlo.

La posizione in cui DOVREBBE esserci il Permalink, inserita come semplice testo.

La posizione in cui DOVREBBE esserci il Permalink, inserita come semplice testo.

Come si può notare in questo post del New Blog Times (anche in figura qui di lato), ho aggiunto in testa un ulteriore link, a destra di quello sui Commenti, chiamato Permalink. La scritta Permalink è rimasta, ma priva di link. A questo punto ho rilevato, visto che quella dei commenti restava dotata di link, che è sufficiente “imbrogliare” il filtro di Paperblog aggiungendo qualcosa a fine link: in questo modo, il link viene considerato “diverso” e dunque resta.

Medesima, identica cosa notata per questo blog, dai cui post la scritta “Short Link” è del tutto rimossa e alcune volte anche la scritta in fondo.

Adesso aspetto che qualcuno di Paperblog si faccia vivo e dia esaurienti spiegazioni. Le quali dovranno essere molto convincenti, altrimenti sarò costretto a revocare la concessione di aggregazione. Non per niente: si tratta di correttezza e trasparenza, tutto qui. Dal momento che, tra l’altro, nelle condizioni d’uso di Paperblog a questo problema non si fa il benché minimo cenno e all’atto pratico, quanto a link in ingresso, stando alle condizioni d’uso medesime chi ci guadagna è Paperblog, non certo i blog “aggregati”.

Marco V. Principato (978 Posts)

Informatico sin dal 1980, ha quasi sempre svolto questa attività sia nella Pubblica Amministrazione che fuori. Ora libero professionista, studia Scienze della Comunicazione e si dedica alla donna della sua vita, ai suoi hobby e ai suoi siti.




Etichette: ,

  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Pinterest
  • Pubblica su MySpace
  • Invia su Segnalo
  • Invia a Diggita
  • Segnalibro su Google
  • Pubblica su Blogger
  • Condividi su Google Reader
  • Condividi su Google+

I commenti sono chiusi.