Notizie

Come andare da AdNow a Energy Saver Pro

AdNow è una delle tante società che cercano di farsi spazio nel mondo della pubblicità online. La pubblicità è l’anima del commercio, questo lo sa bene ogni buon marketer. Ma deve essere onesta, veritiera e non ingannevole, per legge, ma soprattutto per principio e per rispetto di valori etici e morali.

Che ne dite se, alla fine di un accattivante articolo di Tecnologia-ambiente.it, trovate un box come questo?

Il box di AdNow sotto all'articolo.
Il box di AdNow sotto all’articolo.

Nulla di più improbabile che vogliate risparmiare elettricità, o dimagrire, o avere capelli folti. Diciamo che volete risparmiare elettricità, e intanto osservate il link che viene proposto (ingrandite l’immagine qui sopra). Ovviamente non è diretto, se no AdNow come fa a tracciare e guadagnare? Ma andiamo oltre.

Il link, dopo opportuno tracciamento, ci porta al sito di Alessio Monti, il fantomatico elettricista più furbo del mondo. Che dopo averci illustrato la sua competenza e averci raccontato di aver usato “graffette” per rallentare il suo contatore (forse è rimasto a quelli elettromeccanici? Persino a me, a Roma, una delle città più in ritardo, l’hanno sostituito con quello elettronico da ben sei anni, rendendo l’idea della graffetta assolutamente impraticabile), ci indica come risparmiare elettricità: con Energy Saver Pro. Naturalmente anche qui il link è “sporco”:

Link sporco, sporchissimo!
Link sporco, sporchissimo!

Quello “pulito”, di link, è questo e porta al sito dedicato a questo miracoloso apparecchietto che, senza battere ciglio né richiedere particolari competenze, semplicemente attaccato a una presa elettrica fa(rebbe) risparmiare fino al 75 per cento di elettricità.

Energy Saver Pro agisce su tutti gli elettrodomestici che causano disturbi alla rete elettrica (dal sito dedicato).

Un miracolo! Significa che una bolletta da €100 diventa da €25! Magari! Lo voglio!

Certo che, prima o poi, deve venire la curiosità: ma come diavolo fa a funzionare? Infatti, il sito ha un paragrafo “come funziona”, ma in effetti non spiega assolutamente nulla. Dice:

Energy Saver Pro si fonda su una tecnologia innovativa, rivoluzionaria e a risparmio energetico per risparmiare energia e ridurre i costi dell’elettricità di un appartamento, casa o ufficio. Il dispositivo deve essere semplicemente attaccato a una delle prese di corrente. Agisce su tutti gli elettrodomestici che causano disturbi alla rete elettrica. Fa risparmiare elettricità con condizionatori, frigoriferi, lavatrici, aspirapolveri, televisioni, computer, illuminazione fluorescente, lavastoviglie, attrezzature per ufficio. Se esistono apparecchi potenti che consumano molto, per esempio due o tre condizionatori in un’abitazione, un dispositivo Energy Saver Pro puà essere attaccato vicino a ognuno di essi, in modo da massimizzare il risparmio energetico (dal sito dedicato).

Non è molto convincente… e allora un’ulteriore spiegazione confonde ancora di più le idee, tenendo presente che la stragrande maggioranza delle persone non ha alcuna competenza per stabilire o affermare che non funzioni.

Infatti, il testo prosegue con delle “testimonianze”, guarda caso di tre “ingegneri” (l’Ordine degli Ingegneri dovrebbe agire, spero l’abbia fatto) e, cosa ancor più carina, si chiude con delle “testimonianze” sotto forma di commenti di Facebook, assolutamente falsi e spiego perché. Guardate questo frammento di immagine tratta dal sito di Alessio Monti l’elettricista:

Guardate un po' gli accenti...
Guardate un po’ gli accenti…

Possibile che né Noemi Filippi, né Luciana Corelli, né Manlio Casanova, né nessuno degli altri disponesse di lettere accentate sulla tastiera? Tutti avevano la tastiera USA, dove quell’accento è disponibile mentre su quella italiana non c’è? Lo stesso problema di chi ha scritto l’articolo (vedi la parte finale in alto)? Non solo: Noemi Filippi ha l’orologio fermo, perché il suo commento è sempre di “10 minuti fa”?

Se ci fosse ancora qualche dubbio, a dire che l’apparecchio è una truffa ci ha già pensato Altroconsumo: «Ora si chiama Topweb Offers, ma è lo stesso produttore che l’Antitrust aveva sanzionato. L’Energy Saver Pro promette di ridurre il consumo di energia elettrica del 75%, semplicemente inserendo il dispositivo in una presa della corrente. Ma non c’è nessun risparmio».

Se accettate anche il mio parere da informatico, vi dico che un simile apparecchio, anche senza provarlo, semplicemente non può funzionare: dovrebbe esso stesso produrre energia il che è, ovviamente, impossibile.

E io dovrei utilizzare un box “articoli suggeriti” i cui contenuti offerti sono di questo genere? Con la “raccomandazione” di un post su un servizio chiamato “Blogger Post” che non esiste? E fidarmi di un produttore di apparecchi “ermetico”, il cui sito è privo di referenze affidabili? E il cui nome di dominio (energysaver-pro.com) è anonimo perché protetto da whoisguard.com, società con sede a Panama?

Non ci penso nemmeno. Ecco perché, a suo tempo, ho detto no ad altre proposte simili. Certamente non saranno tutti uguali, ma non mi fido, non c’è niente da fare: non voglio contribuire a far diventare Internet più troiaio di quella che già è. E voi, mi raccomando: non acquistate Fontana di Trevi, non è in vendita. 😉

Commenti Facebook
Tag

Marco Valerio Principato

Informatico sin dal 1980, ha quasi sempre svolto questa attività sia nella Pubblica Amministrazione che fuori. Ora libero professionista e laureato con lode in Scienze della Comunicazione, si dedica alla donna della sua vita, ai suoi hobby e ai suoi siti.

Contenuti correlati

2 thoughts on “Come andare da AdNow a Energy Saver Pro”

  1. Vorrei anche io segnalare la truffa di energysaver-pro. In primis perché vendono un prodotto assolutamente inefficace per quanto concerne il risparmio di corrente(posso dimostrarlo)quindi ciò che viene descritto nel sito é assolutamente falso,usa immagini di profili assolutamente falsi(anche’esso verificabile). Chi presenta il prodotto”Alessio Monti”,su altri siti,ha un nome diverso!Una assurdità!E per ultima ma forse più importante,nel sito non viene indicata la partita iva e questo é ILLEGALE! Provenendo dall’aver subìto una truffa che mi é costata +di 5000€ posso inoltre dire,con rammarico,che le denunce fatte alla pol-postale non servono a nulla e non per colpa dei poliziotti!Quando mi recai presso i loro uffici per denunciare la frode informatica feci quasi fatica a vedere in volto chi compilava la denuncia,eravamo divisi da una scrivania sulla quale c’erano impilate tante scartoffie che il monitor del PC al confronto sembrava un post-it!Io,non essendo proprio un profano ero già riuscito ad ottenere tramite gli IP dei truffatori,i loro indirizzi,con complici in Francia e Benin,che ho consegnato durante la denuncia. Ebbene,posso capire che in Benin(Africa)sia difficile arrivare,ma in Francia!Fatto sta che sono passati anni e non ho ottenuto giustizia!Io il mio dovere l’ho fatto perche ricordo a tutti che non denunciare É REATO(omessa denuncia)!Ora tocca alla polizia che anche se oberata di lavoro(anno tutto il mio appoggio la comprensione e il mio massimo rispetto)deve compiere il proprio lavoro.Devo ammettere che mi sono chiesto,uscendo da quella’ufficio,che senso avevano tutte quelle scartoffie se i reati di cui dovevano occuparsi erano di natura informatica?!Boh,non é il mio lavoro quindi non posso saperlo!
    Comunque,tornando alla questione,spero che la gente impari ad usare il computer anche per cercare informazioni su cio che sta acquistando e senza agire impulsivamente acquistando solo una spiacevole esperienza. IL WEB É SICURO MA SOLO SE USATO BENE!

  2. Salve! Ho trovato il Suo sito per caso, mi piace. Ma sono molto sorpresa di questo post. Lavoro gia da un’anno con Adnow e sono abbastanza soddisfatta della nostra collaborazione.Certo, è possibile che ci sia la pubblicità ingannevole. Ma dipende dalla rete RTB, ci sono tanti inserzionisti, può succedere. Ma si può regolare il filtro per mostrare una pubblicità di miglior qualità e se Lei lo richiede, può segnalare l’inserzionista, così può essere bloccato. Questo è un consiglio, sono contenta di collaborare con loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*