Stampa post Stampa post
Home » Notizie
Cambia categoria:

Categorie


Facebook, attesa infinita per i filmati?

  • Condividi su Telegram
  • Condividi su WhatsApp
  • Consiglia su Facebook
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
  • Condividi su Pinterest
  • Condividi su Google+
26 marzo 2016 - 20:17 | Commenti 0 | Link breve

Non mi sembra normale che il mio provider (Tiscali) recapiti velocemente tutto, TRANNE i filmati di Facebook: secondo me, gatta ci cova, qui «ci provano». A voi succede?


Waiting... waiting... per tutta la vita.
Waiting… waiting… per tutta la vita.

A me sta capitando sempre più spesso. Qualcuno dei social-amici condivide un filmato, vai a cliccare per vederlo e… se va bene, vedi i primi dieci secondi, dopodiché ti si pianta con il circoletto in rotazione al centro, e qui giaci.

Anche se provi a ricaricare la pagina, niente da fare: il messaggio in basso, nel browser, è chiarissimo: “attesa” per … qualcosa che finisce per fbcdn.net (vedi immagine in testa). Facciamo il punto, brevissimo.

Quel fbcdn.net sta per Facebook Content Delivery Network. Carneade, e chi è costui? Semplice: un “sito” specializzato per i… lavori pesanti, cioè la fornitura di contenuti multimediali (Content Delivery Network = Rete Consegna Contenuti). Il mio sospetto? Che il mio provider (Tiscali), di fronte a traffico proveniente da quel “sito”, non impieghi la stessa solerzia che impiega per tutto il resto del traffico.

Speedtest.net eseguito durante il filmato non recapitato.

Speedtest.net eseguito durante il filmato non recapitato.

Perché lo sospetto? Per due ragioni: primo, perché il resto (da Facebook e non) arriva velocemente; secondo, perché un test con speedtest.net eseguito contemporaneamente ai filmati di FB “bloccati” conferma sia che il mio PC funziona, sia che la connessione è perfettamente efficiente (vedi esito test qui di lato: prossimo ai 20 Megabit, circa un quarto della connessione fibra dello stesso provider, e per essere un’ADSL+ proprio non posso lamentarmi).

E allora?, direte voi. E allora, semplicemente ci stiamo avviando inesorabilmente verso l’Internet a due (o più) velocità. In pratica, i provider dicono: volete che fiumi di dati passino senza problemi? Qualcuno paghi di più. Siccome che sia il cliente a farlo è quantomeno improbabile, siccome che sia Facebook a farlo è molto improbabile (ma non impossibile), intanto si mette un “freno” a certi recapiti di contenuti.

Altro che net neutrality. Qualcuno, prima o poi, s’incazzerà.

Commenti Facebook

Su argomenti simili:

Va bene che la stragrande maggioranza degli internauti (tra i quali oggi includiamo anche gli utilizzatori...
Ormai è regola quasi fissa presentare ai lettori dei riquadri sovrapposti alla pagina di un sito,...
Non so a voi, ma a me sta capitando sempre più spesso di ritrovarmi con il caricamento di pagine Web...
Siete – come me – utenti ADSL di Tiscali? Cercate – come me – di non cedere troppo sul versante...
Da quando c'è Facebook (ma anche MySpace, stessa sinfonia) non si fa che parlare di "amici": quella...


In questo post ho parlato di: , , , ,

Marco Valerio Principato (1281 articoli)

Informatico sin dal 1980, ha quasi sempre svolto questa attività sia nella Pubblica Amministrazione che fuori. Ora libero professionista e laureato con lode in Scienze della Comunicazione, si dedica alla donna della sua vita, ai suoi hobby e ai suoi siti.

  • Feed RSS autore
  • Twitter
  • Facebook
  • Instagram
  • Telegram
  • BlackBerry Messenger (BBM)
COMMENTI (locali)

Lascia un commento (locale)

Aggiungi di seguito il commento, oppure trackback dal tuo sito. Puoi anche abbonarti a questi commenti via RSS.

Sii gentile. Massimo 1 link o sarà moderato. Pulizia nel testo e rimanere in tema. Niente spam, per favore.

Puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*