Notizie

X Phone, il nuovo smartphone in incognito di Google

Motorola Razr Maxx, l'attuale modello di punta
Motorola Razr Maxx, l’attuale modello di punta

Ce l’ha con Apple, ce l’ha con Samsung, dice il Wall Street Journal. È Google, che sembra stia progettando un supersmartphone in grado di fare concorrenza ai due giganti. Il suo nome? X Phone, dicono le fonti del Journal, una sigla criptica che sa molto di “incognito”. O forse di “X Factor”?

Resta il fatto che Google vuole sopraffare la concorrenza di iOS di Apple, e questo si può capire. Ma anche di Samsung? Gli smartphone di Samsung utilizzano Android, che è un “suo” prodotto: perché lanciarsi contro?

Be’, Samsung – piaccia o no – grazie ad Android oggi è la produttrice (e venditrice) di smartphone n. 1 al mondo. Anche Google è abituata a essere il n. 1 (a parte su questo blog) ed ecco perché vuole “tutto”.

L’occasione buona naturalmente è quella di Motorola, che sarebbe dietro all’operazione. La nota azienda è stata acquistata da Google a maggio scorso, per ben dodici miliardi e mezzo di dollari, perciò ora bisogna… farla lavorare.

Dietro al progetto ci sono tante idee, tra cui – dice il Journal – anche uno schermo pieghevole che, però, sembra abbia incontrato qualche difficoltà. In ogni caso Motorola starebbe lavorando su due fronti: un modello brandizzato da vendere con Verizon WIreless e, appunto, un “X Phone” per Google, su cui pare vada anche il software di Viewdle, azienda recentemente acquisita e produttrice di sistemi di acquisizione immagini e riconoscimenti gestuali.

Dice che, se tutto va bene, arriverà quest’altro anno.

La domanda che mi esce spontanea è: se già Android, sotto il profilo della privacy, è un autentico colabrodo, come sarà in proposito questo X Phone? Una… finestra aperta?

Commenti Facebook
Tag

Marco Valerio Principato

Informatico sin dal 1980, ha quasi sempre svolto questa attività sia nella Pubblica Amministrazione che fuori. Ora libero professionista e laureato con lode in Scienze della Comunicazione, si dedica alla donna della sua vita, ai suoi hobby e ai suoi siti.

Contenuti correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*