Tweet

I temi di martedì 12 settembre 2017

Gabanelli – 42mila firme in 2 giorni per non farla scappare, ma a “Moiro Orfeo” non gliene fregherà assolutamente nulla, come ho scritto su Facebook (screenshot).

Livorno – Usare gli oneri ricavati dal rilascio “facile” delle concessioni edilizie per non affogare non è esattamente indice di buona gestione. E tutti i torrenti tombati ricordano molto Genova, anche se in Italia ce ne sono in tutto ben 12mila chilometri. Che non si ricoprono in un anno, nemmeno in cinque. Ci vuole una vita di corruzione e mazzette.

Editoriale Travaglio F.Q. – Il titolo dice già tutto, la legge in Italia NON è uguale per tutti. In ogni caso, in divisa è inammissibile che ci si calino le brache brandendo il cetriolo. Consenso o no.

Il condono alla siciliana – Metterà in seria difficoltà Giancarlo Cancelleri. E secondo me l’hanno fatto apposta.

Papa – Che Papa Francesco elogi Minniti e tiri il freno a mano sui migranti c’era da aspettarselo: è un papa quasi laico. Proprio perché è un conoscitore delle religioni dice che “solo chi si può integrare”.

Scuola – Sperando che non saltino altri rivi “tombati”, tra terremoti, un liceo breve, una media accorciata e la Fedeli che dice “si agli smartphone in classe”, si ricomincia. A precipitare sempre più giù nell’ignoranza.

Norme Rete – E dagli. «Regolare la Rete è un dovere ineludibile» (Il Mattino). Prima della Rete (che è impossibile da “regolare” con questo approccio), bisogna regolare il livello di cultura. Non esattamente quel che è possibile con l’aiuto della Fedeli e di Miss Neutrino.

Vignetta velenosa sulla Raggi del F.Q. – L’ACEA ci dicesse di quanto è SALITO il livello del lago di Bracciano con questa scarica d’acqua, piuttosto. Delle chat della Raggi non ce ne frega nulla, sappiamo benissimo – me compreso – che il M5S è un  “prodotto” Casaleggio. Del resto voi predecessori avete dato in outsourcing tutto (B. docet), avete cartolarizzato tutto, lo stato non possiede più nulla, che sarà mai se diamo in outsourcing anche un partito (tanto lo sta diventando, è inevitabile)… speriamo solo nelle singole persone, questo sì.

Commenti Facebook
Tag

Marco Valerio Principato

Informatico sin dal 1980, ha quasi sempre svolto questa attività sia nella Pubblica Amministrazione che fuori. Ora libero professionista e laureato con lode in Scienze della Comunicazione, si dedica alla donna della sua vita, ai suoi hobby e ai suoi siti.

Contenuti correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*