Tweet

Perché dico che Microsoft è in malafede con Windows 10

Si, lo confermo: Microsoft è in malafede. Lo fa chiaramente capire dal modo in cui descrive i propri aggiornamenti quando non vuol far comprendere a cosa servono.

Chi segue me e i miei siti ha senz’altro letto di Microsoft che vieta di bloccare l’accesso a Windows Store in Windows 10 Pro. Nella stessa notizia si ricorda anche che Microsoft ha riabilitato per tutti l’aggiornamento KB3035583, che forza gli utenti di Windows 7 a scaricare i file necessari per passare a Windows 10.

Nel mio Windows 7 – che è ufficialmente acquistato – quell’aggiornamento, fortunatamente, è tra quelli opzionali. Quel che mi fa adirare è la sua descrizione, che potete leggere nell’immagine in testa.

Per quale ragione, vorrei sapere da Microsoft, quell’aggiornamento non è descritto per quello che è – ossia: «ti scarico Windows 10 e te lo installo senza che tu te ne accorga» – ed è invece descritto come un aggiornamento «… per risolvere problemi di Windows»?

Un cristo qualunque, privo di conoscenze e preparazione, cosa fa? “Se serve a risolvere problemi di Windows, lo installo”, è ovvio.

E questa non è malafede? No? Cos’è allora? Ditelo voi.

Commenti Facebook
Tag

Marco Valerio Principato

Informatico sin dal 1980, ha quasi sempre svolto questa attività sia nella Pubblica Amministrazione che fuori. Ora libero professionista e laureato con lode in Scienze della Comunicazione, si dedica alla donna della sua vita, ai suoi hobby e ai suoi siti.

Contenuti correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*